Comunicato stampa – Inaugurazione Festival dei Colli 2016

Si è svolta stamattina presso il Caffè Bugatti di Terni la conferenza stampa del Festival dei Colli 2016.

Comunicato stampa

Organizzato dall’Associazione ACART di San Gemini, presieduta da Joanna Mrugalska, il Festival dei Colli tornerà ad animare oltre un mese e mezzo dell’estate 2016, proponendo masterclass, concerti e mostre d’arte. Per la sua quarta edizione, la manifestazione godrà del Patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia, dei Patrocinio dei Comuni di Terni e San Gemini, della collaborazione con l’Istituto di Cultura Polacco di Roma e del sostegno della Pro Loco di Cesi, del Museo Guido Calori e di alcuni sponsor privati.

Le più rilevanti novità dell’edizione 2016 riguardano lo svolgimento delle masterclass e dei concerti serali non solo a San Gemini, ma anche nel borgo di Cesi: cornice degli eventi cesani, l’Auditorium S. Arcangelo Michele, dove si esibiranno pianisti polacchi e italiani, la soprano Dominika Zamara e il duo di pianisti spagnoli Iberian&Klavier Manuel Tévar e Laura Sierra. Nasce, inoltre, la collaborazione con il Caffè Bugatti, che si sta segnalando quale uno dei punti di riferimento nel panorama della musica Jazz a Terni. Il 7 luglio, il Festival scenderà dai suoi colli per portare la musica classica nelle sale del locale ternano con un concerto di Martina Baratella (violoncello) e Michal Drewnowski (pianoforte). Il 14 luglio, sarà il Caffè Bugatti a trasferirsi nel Chiostro di S. Giovanni Battista, a San Gemini, firmando un eccezionale evento musicale che avrà come protagonisti Luciano Biondini e Javier Girotto.

L’inaugurazione del Festival si svolgerà a San Gemini, martedì 5 luglio, alla presenza del Direttore dell’Istituto Polacco di Roma, Pawel Stasikowski. In programma, alle 19.15, il vernissage della mostra di arazzi e pittura dell’artista polacca Jolanta Pachowska, allestita al Museo Calori; alle ore 21.15, nel Tempio di S. Giovanni Battista, il concerto di apertura delpianista polacco Michal Drewnowski e della flautista Monica Finco che accompagnati dall’Orchestra Canone Inverso di Terni eseguiranno  musiche di Mozart e Vivaldi.

Un evento culturalmente significativo segnato da un’alta proposta artistica, ma anche una vetrina turistica e un’occasione di promozione territoriale, in quanto ogni masterclass porterà a San Gemini e a Cesi maestri, allievi e intere famiglie che qui soggiorneranno per l’intera durata della manifestazione.

Per quanto concerne le masterclass, non mancherà la presenza del pianista giapponese Takahiro Yoshikawa, degli ottoni di Francesco D'Urso, e le numerose classi di flauto tenute dal direttore artistico del festival, Monica Finco, e Katalin Gajdos, per il quarto anno consecutivo torna la masterclass di pianoforte di Michele Gioiosa. Tra le novità 2016, il duo Luca Magni (flauto) e Domenico Famà (chitarra) e il pianista bulgaro Ivan Donchev.

DIREZIONE ARTISTICA

MONICA FINCO, veneziana, avviata allo studio del flauto da Pasquale Rispoli a 10 anni, si diploma presso il Conservatorio B.Marcello di Venezia, alla scuola di Guido Novello, completando successivamente la propria formazione con R.Greiss, A.Marion e Conrad Klemm.

Inizia la carriera concertistica a soli 17 anni producendosi a tutt’oggi come solista e in variegate formazioni cameristiche, realizzando numerosi concerti per conto di istituzioni prestigiose (Gioventù Musicale d’Italia, Agimus, Rai di Venezia, Trieste, Milano, Torino, Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, Società Alessandro Scarlatti di Napoli, Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Verdi di Trieste, Théâtre Municipal de Bordeaux) e nell’ambito di manifestazioni quali: Settembre Musica di Torino, i concerti dell’Auditorium Verdi di Milano, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Salzburger Festspiele, Festival Santo Stefano a Bologna,Guldener Herbst-Festival Alter Musik (Turingia, Germania).Nel 2004 è stata ospite del Festival di Lille, durante le manifestazioni per la nomina  annuale della città a capitale europea della cultura. Ha suonato anche in Svizzera, Montenegro, Egittto, Slovenia, Belgio, Olanda e Spagna. Ha fatto parte delle orchestre del Teatro La Fenice di Venezia, Filarmonia Regionale Veneta, Sinfonica di Sanremo. Diversi i premi ricevuti a concorsi nazionali ed internazionali.

Attiva nel settore della musica contemporanea, è stata interprete di prime esecuzioni.

Numerose le interviste rilasciate ad emittenti radiofoniche, televisive ed a riviste di settore. Da trentacinque anni è impegnata in un’importante e riconosciuta attività didattica svolta nei conservatori di musica italiani; dal 2004 è professore di flauto al Benedetto Marcello di Venezia. Tiene regolarmente masterclass in Italia e all’estero ed è sovente componente di giuria a concorsi nazionali ed internazionali di esecuzione. Di recente uscita, ha registrato in duo con la pianista Mariarosa Pozzi il Cd relativo al metodo “ 12 studi dai nomi improbabili “ di Giorgio Tortora pubblicato da Sinfonica Edizioni Musicali-Milano. Monica Finco è artista testimonial del marchio FLAUTI BRICCIALDI ITALIA.

LOCATION FESTIVAL: Chiostro del Museo Guido Calori – Tempio e Chiostro di San Giovanni Battista (San Gemini); Auditorium S. Arcangelo Michele (Cesi); Caffè Bugatti (Terni).

MASTER CLASS E SAGGI/CONCERTO: ingresso gratuito

www.acart.it

Direttore: Joanna Mrugalska – info@acart.it

Ufficio Stampa: Chiara Silvestri – 347 7695275 – press.silvestri@gmail.com

 

PROGETTI SPECIALI 2016

IL FESTIVAL DEI COLLI INCONTRA IL CAFFE’ BUGATTI “GIROTTO E BIONDINI DUO”

Javier Girotto, sax soprano, baritono, flauti Luciano Biondini, fisarmonica

giovedì 14 luglio, ore 21.30, Chiostro di San Giovanni Battista, San Gemini

Il duo si è formato nel 2000 e si è esibito nei più importanti festival jazz europei, tra cui Berlino, Coutances, Triennale di Colonia, Vienna, Clusone, Villa Celimontana, Fandango Festival, Auditorium Santa Cecilia di Roma, Bergamo Jazz. Nel 2002 registrano il loro primo album, “El Cacerolazo”, per l’etichetta italiana Philology, dedicato alla popolazione argentina. Nel 2005 il loro secondo lavoro, “Terra Madre”, per l’etichetta tedesca ENJA, e nel 2011 il terzo album, “Iguazù”, con dvd allegato contenente un concerto live in Ucraina. A San Gemini porteranno proprio quest’ultimo lavoro, in cui è testimoniata la continua crescita del duo, sia nelle composizioni che nel linguaggio espressivo. Suggestioni ispirate all’Argentina, musica mediterranea, intesa ed energia saranno le componenti fondamentali della performance che il Caffè Bugatti di Terni ha scelto di portare in uno dei palcoscenici del Festival dei Colli di San Gemini, inaugurando un sodalizio che si esprime nel dialogo continuo tra diversi generi musicali.

Non è certo la prima volta che il jazz e le tradizioni argentine s’innamorino al punto da finire in un abbraccio vigoroso, simile a un tango impetuoso e improvviso. Non è neanche la prima volta che la fisarmonica, portando nel suo corpo l’eco di tutti i folclori del mondo, s’imbaldanzisca per uscire con delizia dal suo universo tradizionale. Ma l’italiano Luciano Biondini e l’argentino Javier Girotto, lirici e molto melodici, senza cercare di rinnovare questo tipo di conversazioni intimiste, hanno la sensibilità e il talento per far arrivare questo « stile » al suo grado più alto di compimento estetico e di poesia sentimentale. Insieme Biondini e Girotto propongono una musica originale, regalando « nuovi ponti tra il jazz e il tango ».

Improvvisazione libera e scrittura neoclassica, molta malinconia e raffinatezza in questo universo musicale, che si rivolge tanto all’anima quanto all’intelligenza.

Ingresso: €12

Info: Caffè Bugatti – caffebugatti@gmail.com – 0744 400455