Takahiro Yoshikawa

Takahiro Yoshikawa nasce a Nishinomiya (Giappone). Fin da piccolo dimostra una certa sensibilità artistica, che lo porta ad ottenere una laurea in pianoforte presso l’Università Statale di Belle Arti e musica di Tokyo sotto la guida di Takako Horie e a conseguire il dottorato sotto la guida di Terugi Karashima. Nel corso della sua brillante carriera universitaria ha avuto modo di frequentare anche il corso di perfezionamento del rinomato pianista tedesco Conrad Hansen a Lubecca (Germania).
Terminati gli studi, si trasferisce in Italia dove ha l’opportunità di approfondire il suo naturale talento musicale con illustri insegnanti della portata di Anita Porrini (allieva di Alfred Cortot e Arturo Benedetti Michelangeli) e della compositrice Silvia Bianchera Bettinelli.
Dal 2001 al 2004 frequenta l’Accademia Teatro alla Scala di Milano perfezionandosi nel repertorio orchestrale, con Ada Mauri, e cameristico, con le prime parti dell’Orchestra Scaligera, ottenendo, grazie alla sua impeccabile ed precisa tecnica di esecuzione, importanti risultati. Nell’anno accademico 2001/2002, infatti, viene scelto come solista per il concerto nella Sala Verdi del conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, dove interpreta il Concerto per Pianoforte e Orchestra K.467 di Mozart accompagnato dall’Orchestra dell’Accademia scaligera diretta dal Maestro Stefano Ranzani.
Vincitore di numerosi concorsi nazionali ed interazionali, nel corso della sua carriera si è esibito con musicisti di fama internazionale: Fabrizio Meloni, Domenico Nordico, Ulf Rodenhauser, Jacques Zoon, Valentino Zucchiatti, i Solisti della Scala, i Cameristi della Scala, il Quartetto d’archi del Teatro alla Scala, Kansai Philarmonic Orchestra, Royal Chamber Orchestra e Ensemble Kobe.
In diverse occasioni si è esibito come solista al prestigioso Teatro alla Scala di Milano, ottenendo un grandissimo successo da parte del pubblico. Regolarmente impegnato in Italia, Takahiro Yoshikawa è estremamente attivo anche in Giappone, dove si è esibito in alcune tra le più importanti sale da concerto di Tokyo (Suntory Hall Blue Rose, Kioi Hall, Hakuju Hall, etc.) e Kansai (The Hyogo Performing Arts Center in Nishinomiya, Matsukata Hall in Kobe, The Phoenix Hall etc.). “Le meravigliose pagine mozartiane sono state esaltate dal perfetto pianista Yoshikawa”, così è stata giudicata dal quotidiano nazionale “Il Corriere” la sua interpretazione del Concerto per Pianoforte e Orchestra K.271 “Jeunehomme” e tre movimenti lenti K.467, K.482 e K488 di Mozart, eseguita nell’ambito della “Serata Mozart” insieme all’Orchestra del Teatro alla Scala diretta dal Maestro Paul Connelly. Nella stagione 2007/08 esegue tre movimenti lenti dei Concerti per Pianoforte e Orchestra K.499, K.450 e K.488 di Mozart in occasione del balletto “Le Parc”, per la coreografia di Angelin Preljocaj con Aurelie Dupont, étoile dell’Opéra di Parigi. Questa esecuzione è stata recensita dal quotidiano nazionale “la Repubblica”: “momenti di vibrante poesia, sull’Adagio del Concerto per pianoforte e orchestra K488 di Mozart suonato, in modo magistrale, da Takahiro Yoshikawa”. Nel 2009 pubblica il suo primo CD per l’etichetta discografica Limen music & arts, dedicato alle opere di uno dei più grandi compositori per pianoforte di tutti i tempi, Frédéric Chopin.

Tema delle lezioni

La ricerca del suono e la tecnica espressiva pianistica. Gli allievi devono portare almeno 2 brani di 2 compositori diversi dell’epoche diverse degli stili diversi.

Costo frequenza

euro 150

Date

dal 15 al 20 Luglio 2013